Salta la navigazione

Ricerca e sviluppo

Renishaw si è fortemente impegnata sui temi della ricerca e sviluppo.

Un impegno a lungo termine: la ricerca ha sempre costituito il cuore delle attività di Renishaw. In genere investiamo all'incirca dal 14% al 18% del fatturato in ricerca e sviluppo per conservare la leadership nei vari settori tecnologici di nostra competenza.

Ricerca e sviluppo – un impegno a lungo termine

La ricerca e lo sviluppo hanno sempre costituito il cuore della nostra attività. In genere investiamo circa dal 14% al 18% del fatturato in ricerca e sviluppo, per conservare la leadership nei vari settori tecnologici di nostra competenza Come ha affermato Sir David McMurtry, Presidente e CEO di Renishaw, "l'innovazione è alla base di tutto ciò che facciamo, dagli articoli che produciamo, ai processi utilizzati per il loro sviluppo e lavorazione fino ai servizi di assistenza che offriamo ai nostri clienti".

Applicazione di pratiche consolidate a nuovi settori

Microscopio Raman confocale InVia

La spettroscopia Raman è applicata in settori molto diversi fra loro: farmaceutico, forense, semiconduttori, chimico e molti altri. Questa tecnologia sta inoltre contribuendo in modo significativo a consolidare la posizione di Renishaw nel settore della salute, per il quale stiamo sviluppando sistemi di rilevamento dei livelli di tracce che sfruttano la spettroscopia Raman amplificata da superfici (SERRS) per applicazioni di ricerca. Tuttavia, tale conquista è stata possibile solo mediante la combinazione di due diverse tecnologie nate da progetti di ricerca della Strathclyde University (SERRS) e della Southampton University (substrato in Klarite).

Nuovi traguardi nel campo delle misure meccaniche

Misura di ingranaggi con REVO

La testa di misura a 5 assi REVO per macchine di misura a coordinate (CMM) rappresenta un ulteriore successo commerciale, premiato con ben quattro premi internazionali per il livello di innovazione.

Questo sistema, che ha richiesto oltre dieci anni di studi, si basa sull'uso di encoder ottici. Renishaw ha tratto grande vantaggio dalla collaborazione con la Heriot-Watt University e dalla loro capacità di microfabbricare i componenti ottici.

Sempre secondo le parole di McFarland, "Così come avviene con la spettroscopia Raman, REVO è un altro esempio di come spesso sia sbagliato impostare la ricerca con l'unico obiettivo di arrivare in fretta alla commercializzazione di un prodotto. Bisogna sempre tenere presente che tra il lancio sul mercato e una commercializzazione di successo possono essere necessari anche 5 anni, soprattutto quando si parla di prodotti particolarmente innovativi. 

Una visione a lungo termine

Quando si tratta di tecnologia e di progetti scientifici, Renishaw è abituata a guardare lontano. Geoff McFarland, Direttore del reparto di Group Engineering, afferma: "è necessario credere in modo appassionato nella possibilità di trasformare la tecnologia, in prodotti commerciali di successo, ma ancora più importanti sono la pazienza e la lungimiranza, perché il passaggio dalla pura innovazione tecnologica alla creazione di un prodotto commerciale di valore richiede sempre tempi lunghi".

Un perfetto esempio di tale affermazione è costituito dalla nostra tecnologia di Spettroscopia Raman, che viene usata per identificare la composizione e la struttura dei materiali. In origine, questo sistema era stato sviluppato in collaborazione con l'Università di Leeds negli anni '80,

ma ci è voluto molto tempo per riuscire a trasformare un esperimento di laboratorio in un prodotto con caratteristiche e dimensioni adatte per essere posto in commercio con profitto.

Tuttavia, la nostra fiducia e perseveranza sono state ripagate, basti pensare che durante la crisi economica del 2009, questa è stata l'unica linea di prodotti le cui vendite sono continuate ad aumentare.

Il ruolo delle università

Come parte del proprio programma di ricerca e sviluppo, Renishaw mantiene strette collaborazioni con molte università. Per le nostre linee principali di prodotti di metrologia utilizziamo l'esperienza acquisita nel campo della meccatronica, per il quale svolgiamo ricerche in proprio, mentre ci rivolgiamo ad altre organizzazioni per ottenere assistenza in settori che esulano dalle nostre competenze specifiche.

Ad esempio, negli ultimi anni abbiamo lavorato in collaborazione con la Bath University sulla ricerca dei materiali e con la Brunel University per studi sui rivestimenti.

Geoff McFarland ha aggiunto: "Al momento stiamo collaborando con varie università britanniche, con le quali nel corso degli anni abbiamo stretto relazioni sempre più forti". Ci concentriamo sugli istituti del Regno Unito perché riteniamo che la possibilità di incontrarsi di persona sia un fattore fondamentale per mantenere alta la concentrazione sugli obiettivi e per portare a termine una ricerca e raggiungere lo scopo commerciale prefissato”.