Salta la navigazione

Sonde di scansione

Le sonde di scansione sono in grado di acquisire centinaia di punti al secondo, per misurare forme, dimensioni e posizioni.

Le sonde di scansione possono essere usate anche per l’acquisizione di punti discreti, proprio come le sonde a contatto.

Sono disponibili varie soluzioni, adatte a macchine di misura di ogni dimensione e configurazione.

Che cos'è la scansione

Scansione di un foro La scansione rappresenta un modo rapido per acquisire dati relativi a forma e profilo di componenti prismatici o complessi.

A differenza delle sonde a contatto, che acquisiscono punti singoli, i sistemi di scansione raccolgono un gran numero di punti sulla superficie e offrono quindi un’immagine più precisa e completa della forma e della sagoma del pezzo. La scansione è quindi ideale per le applicazioni di misura in cui forma dell'elemento sia una parte rilevante della tolleranza, o per le ispezioni di superfici complesse.

La scansione richiede un approccio radicalmente diverso nella realizzazione del sensore, del controllo e degli algoritmi di analisi dati.

Le sonde di scansione Renishaw sfruttano dispositivi passivi ultraleggeri di ultima generazione (senza motori o meccanismi di bloccaggio) caratterizzati da alte frequenze proprie: l'ideale per la scansione ad alta velocità. La deflessione dello stilo è misurata direttamente da sistemi metrologici ottici isolati (non da strutture ad assi sovrapposti collocate all’interno della sonda) per ottimizzare l'accuratezza e la risposta dinamica del sistema.

Come avviene l'acquisizione e l’analisi dei dati di superficie?

Le sonde di scansione forniscono informazioni continue sulla deflessione, che dev'essere correlata alla posizione della macchina per ottenere la posizione della superficie. Durante una scansione, la punta dello stilo rimane a contatto con la superficie, effettuando la raccolta dei dati durante lo spostamento. E' essenziale che la deflessione dello stilo sia mantenuta entro il campo di rilevamento della sonda per tutta la durata della misura.

Per ottenere buoni risultati è di primaria importanza una buona integrazione tra il sensore e il controllo, con algoritmi filtranti che provvedano a convertire i dati ottenuti in informazioni di qualità. Gli algoritmi di scansione possono adattarsi al profilo esterno del pezzo modificando la velocità di scansione in funzione del coefficiente di curvatura (aumentando la velocità sulle superfici più piatte), e correggendo la frequenza di acquisizione dei dati (acquisendo più dati nei punti con rapidi cambiamenti di superficie).

Ti potrebbe anche interessare...

Stai guardando i sistemi di scansione. Ti potrebbe interessare anche il sistema di scansione a 5 assi REVO