Salta la navigazione

Geologia

I campioni geologici hanno strutture complicate e spesso contengono molti minerali (che possono essere presenti in vari polimorfi) e a volte anche inclusioni (solide, liquide o gassose). Per analizzare tutti questi elementi in modo dettagliato è indispensabile che il sistema Raman sia sensibile e abbia un'elevata risoluzione spettrale.

Studio di campioni geologici di varia natura

La spettroscopia Raman è uno strumento utilissimo per i geologi perché consente di:

  • identificare i minerali e le loro forme polimorfiche
  • identificare e distinguere altri materiali organici e inorganici 
  • determinare le dimensioni e la distribuzione delle particelle nelle sezioni sottili e nei blocchi levigati
  • produrre immagini e identificare le inclusioni all'interno dei materiali trasparenti 
  • studiare i campioni in vari ambienti (ad esempio, in condizioni di alta pressione) 
  • caratterizzare i campioni petrolchimici

Analisi di qualsiasi campione standard

I sistemi Raman della Renishaw sono compatibili con la maggior parte dei campioni geologici standard e consentono di generare immagini partendo da campioni grezzi e non preparati, blocchi levigati e sezioni sottili.

Tutti i livelli di una struttura diventano visibili

I campioni geologici hanno strutture con dimensioni molto variabili. Alcune possono essere inferiori al micrometro, mentre altre misurano diversi millimetri. Qualunque sia la dimensione, il microscopio Raman confocale inVia di Renishaw è in grado di generare immagini accurate.

  • Elevata risoluzione spaziale: il modello inVia è altamente confocale e di conseguenza permette di separare elementi con dimensioni inferiori al micrometro. Inoltre, consente di utilizzare un'ampia gamma di obiettivi di alta qualità, incluse lenti a immersione e obiettivi corretti per vetrino coprioggetti, per vedere anche gli elementi più piccoli.
  • Mappatura di grandi aree: con il tavolino traslatore motorizzato HSES della Renishaw è possibile analizzare campioni grandi, anche con dimensioni di centinaia di millimetri. Come ulteriore opzione, si possono utilizzare microscopi open frame (free-space) che permettono di esaminare campioni ancora più grandi.
  • Immagini ad alta definizioneil software WiRE è in grado di gestire immagini Raman composte da più di 50 milioni di spettri, per ottenere un'elevata risoluzione spaziale e la copertura di aree di grandi dimensioni. Tutte le informazioni desiderate possono essere catturate in un'unica immagine.

Risultati affidabili

Molti minerali sono estremamente resistenti, ma alcuni possono subire trasformazioni a causa del laser ad alta densità. Ad esempio, i composti ferrosi possono essere ossidati. StreamLine™ sfrutta una linea laser al posto del punto laser. In questo modo, è possibile ridurne la densità, per analizzare materiali delicati senza alterarli né danneggiarli.

Identificazione dei materiali

Grazie al database Renishaw con gli spettri dei materiali inorganici e minerali, l'identificazione dei materiali diventa un'operazione molto semplice. L'elevata risoluzione spettrale del microscopio Raman confocale inVia consente di distinguere materiali con spettri Raman molto simili fra loro, come nel caso dei polimorfi.

Raman e SEM

I microscopi a scansione elettronica possono essere arricchiti con funzioni di analisi Raman grazie all'interfaccia SEM-SCA della Renishaw. Si tratta di uno strumento particolarmente utile per i geologi, perché combina immagini SEM ad elevata risoluzione spaziale e l'analisi elementale EDX con le informazioni dettagliate sulla composizione chimica, ottenute tramite la spettroscopia Raman.

Ulteriori informazioni

Siamo a disposizione per ogni esigenza

Per ottenere ulteriori informazioni su quest'area applicativa o su applicazioni che non sono state trattate in questa pagina, contattare il nostro team.